ANDAMENTO DELLA RACCOLTA

Andamento della raccolta

I premi del segmento danni ammontano a € 20.868 milioni, in ripresa rispetto al 31.12.2014 (+0,8%). Tale andamento è attribuibile alla crescita dell’1,1% del comparto Non Auto, che evidenzia andamenti positivi nei principali Paesi del Gruppo, ad eccezione dell’Italia che registra un lieve calo.
I premi del settore Auto risultano invece stabili rispetto allo scorso anno; la crescita osservata nelle principali aree di operatività risultano infatti compensati dal calo dei mercati più colpiti dall’attuale contesto macro-economico, in particolare l’Italia e la Francia.

Premi lordi diretti

A seguire un focus territoriale sui principali indicatori sopracitati:
 

ItaliaI premi lordi emessi dell’Italia si attestano € 5.947 milioni, evidenziando un calo del 3% rispetto al 31 dicembre 2014. Tale andamento è determinato principalmente dal comparto Auto (-7,3%) che risente della pressione competitiva del mercato sui premi, riflettendosi nella significativa contrazione del premio medio, diffusa sia al canale tradizionale che a quello diretto. In lieve contrazione anche il comparto Non Auto (-0,7%) ove il comparto Infortuni e Malattia evidenzia un trend sostanzialmente in linea con il precedente esercizio (-0,5%), positivo l’apporto della componente Retail (+1,7%), stabile il comparto SME (+0,2%) mentre il business Corporate segna un rallentamento del -4,2%. L’integrazione delle reti permetterà migliori tassi di crescita futuri in tale comparto.

FranciaSostanzialmente stabili i premi lordi emessi in Francia, che si attestano a € 2.538 milioni (-0,3 %). Positivo l’andamento dei rami Non Auto (+1,4%), grazie in particolar modo al comparto Protection&Health e Commercial.
In flessione invece il comparto Auto (-3,8%), impattato dal calo del premio medio e dalle residue azioni di risanamento nel comparto delle Flotte e Garage. Nel settore Retail tuttavia si registrano significativi progressi in termini di numero di contratti.

GermaniaPositivo l’andamento dei premi lordi emessi della Germania, pari a € 3.608 milioni (€ 3.547 milioni al 31 dicembre 2014), in crescita dell’1,7% grazie allo sviluppo sia del ramo Auto (+2,7%) che del Non Auto (+1,1%).
In particolare nell’Auto la dinamica del mercato ha consentito un ulteriore rafforzamento del portafoglio in essere, grazie anche alla solidità della performance della rete di distribuzione di DVAG.

Paesi dell'Europa centro-orientaleIn aumento anche I premi lordi emessi dei Paesi dell’Europa centro-orientale, pari a € 1.976 milioni in aumento del 4,6 % rispetto al 31 dicembre 2014. L’andamento è ascrivibile al comparto Auto (+6,6%) e, in misura inferiore, ai rami Non Auto (+2,5%). Tutti i paesi hanno registrato una crescita dei premi ad eccezione della Slovenia, che mostra i premi stabili. Una crescita significativa è stata registrata in Polonia (Proama), Slovacchia, Romania e Serbia..







EMEAI premi lordi emessi della struttura regionale EMEA, pari a € 4.410 milioni registrano un aumento dell’1,8% rispetto al 31 dicembre 2014.

In significativa crescita i premi emessi lordi della Spagna che si attestano a € 1.358 milioni, grazie all’andamento positivo di entrambi i segmenti, In particolare, il ramo Auto registra una crescita del 14,2% per effetto delle misure introdotte dalla seconda metà del 2014, come strumenti di credit scoring e di segmentazione della clientela.

In lieve crescita la raccolta in Austria, i cui premi lordi emessi passano da € 1.426 milioni al 31 dicembre 2014 a € 1.431 milioni (+0,4%). Risultano infatti in aumento sia i rami Non Auto (+0,9%) per effetto della crescita di tutte le linee di business che beneficiano di adeguamenti tariffari, che del comparto Auto (+0,9%) .

I premi lordi emessi della Svizzera registrano un decremento (-1,1% a termini omogenei), attestandosi a € 759 milioni (€ 675 milioni al 31 dicembre 2014). La performance negativa è attribuibile al comparto Auto (-5,5%), che risente del peggioramento del retention rate del portafoglio. I rami non auto registrano invece un incremento (+2,6%), derivante principalmente dallo sviluppo del ramo infortuni e malattia (+5,6%) grazie ai prodotti Income Protection e la stipula di alcuni significativi contratti.

AMERICASI premi lordi dell’America Latina passano da € 1.057 milioni al 31 dicembre 2014 a € 1.155 milioni (+7,3 % a termini omogenei).

L’andamento è frutto di trend divergenti in Argentina ed in Brasile; in Argentina i premi sono cresciuti del 36%, riflettendo la tendenza registrata nel comparto Motor. Così come in precedenza descritto per il Vita, la crescita della raccolta va vista nel contesto inflattivo del Paese.

La flessione del Brasile (-44,7%) trova riscontro nelle azioni di risanamento, dopo i risultati dello scorso esercizio. La flessione ha riguardato, sia il comparto auto, sia quello nonauto, dove la gran parte è rappresentata da business Corporate.
ASIA



I premi lordi emessi dell’Asia si attestano a € 128 milioni, registrando un incremento (+22,5% a termini omogenei), grazie in particolare al business accettato del branch di Hong Kong nel ramo Infortuni e Malattie.



International Operations


I premi lordi emessi del raggruppamento International Operations sono pari a € 1.106 milioni, registrando un decremento rispetto al 31 dicembre 2014 (3,9 % a termini omogenei). Nello specifico l’andamento è attribuibile all’attività estera della Capogruppo parzialmente compensata dalla flessione della raccolta connessa ai servizi di assistenza.